Tu sei qui

MISSIONE 2 (M2) Rivoluzione verde e transizione ecologica

La Missione 2 del PNRR, “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, è quella dove il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica svolge il maggior numero di attività.

La Missione si prefigge di colmare le lacune strutturali che ostacolano il raggiungimento di un nuovo e migliore equilibrio fra natura, sistemi alimentari, biodiversità e circolarità delle risorse, in linea con gli obiettivi del Piano d’azione per l’economia circolare varato dall’Unione europea.

La Missione è articolata in quattro componenti, ognuna delle quali, a sua volta, contiene una serie di investimenti e riforme (negli elenchi sono presenti esclusivamente le attività della Missione svolte dal MASE).
 

COMPONENTE 1 (M2C1)
Agricoltura sostenibile ed economia circolare

Cultura e consapevolezza su temi e sfide ambientali; strategia nazionale per l’economia circolare;
programma nazionale per la gestione dei rifiuti; supporto tecnico alle autorità locali;
realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti; progetti “faro” di economia circolare;
isole verdi.

 

COMPONENTE 2 (M2C2)
Energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile

Semplificazione delle procedure di autorizzazione per gli impianti rinnovabili onshore e offshore, nuovo quadro giuridico per sostenere la produzione da fonti rinnovabili e proroga dei tempi e dell'ammissibilità degli attuali regimi di sostegno;
nuova normativa per promuovere la produzione e il consumo di gas rinnovabile; semplificazione amministrativa e riduzione degli ostacoli normativi alla diffusione dell'idrogeno;
misure volte a promuovere la competitività dell'idrogeno; promozione impianti innovativi (incluso off-shore);
sviluppo del biometano secondo criteri per promuovere l'economia circolare;
rafforzamento smart grid;
interventi su resilienza climatica reti;
ricerca e sviluppo sull'idrogeno;
installazione di infrastrutture di ricarica elettrica;
sviluppo agro-voltaico;
promozione rinnovabili per le comunità energetiche e l'auto-consumo;
produzione di idrogeno in siti dismessi (Hydrogen Valleys);
utilizzo dell’idrogeno in settori
difficili da decarbonizzare (hard-to-abate);
sviluppo dell’idrogeno.

 

COMPONENTE 3 (M2C3)
Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici

Lancio del portale nazionale per l'efficienza energetica degli edifici;
rafforzare le attività del piano di informazione e formazione per il settore civile;
aggiornare e rafforzare il fondo nazionale per l'efficienza energetica; accelerare la fase di attuazione dei progetti finanziati dal programma prepac; semplificazione delle procedure, in particolare consentendo e riducendo al minimo i controlli formali ex ante;
semplificazione delle norme in materia di decisioni condominiali per migliorare l'adozione della misura;
gestione dei rifiuti di costruzione secondo i principi dell'economia circolare;
rafforzamento dell'ecobonus e del sismabonus per l'efficienza energetica e la sicurezza degli edifici;
promozione di un teleriscaldamento efficiente.

 

COMPONENTE 4 (M2C4)
Tutela del territorio e della risorsa idrica

Semplificazione e accelerazione delle procedure per l'attuazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico;
adozione di programmi nazionali di controllo dell'inquinamento atmosferico;
misure per garantire la piena capacità gestionale per i servizi idrici integrati;
realizzazione di un sistema avanzato ed integrato di monitoraggio e previsione;
misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico;
tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano;
digitalizzazione dei parchi nazionali;
rinaturazione dell’area del Po;
bonifica del “suolo dei siti orfani”;
ripristino e tutela dei fondali e degli habitat marini;
investimenti in fognatura e depurazione.

 

Per conoscere tutto il PNRR visita il sito Italia Domani
https://italiadomani.gov.it/it

 

 

Ultimo aggiornamento 02.12.2022