Tu sei qui

Investimento 1.4 - Sviluppo del biometano, secondo criteri per promuovere l'economia circolare

Descrizione

L'investimento si propone di:

  • sostenere la realizzazione di nuovi impianti per la produzione di biometano;
  • riconvertire e migliorare l'efficienza degli impianti di biogas agricoli esistenti verso la produzione di biometano per i trasporti, il settore industriale e il riscaldamento. Il biometano prodotto deve essere conforme ai criteri stabiliti dalla direttiva (UE) 2018/2001 sulle energie rinnovabili (direttiva RED II) affinché la misura possa rispettare il principio di "non arrecare un danno significativo" e i pertinenti requisiti di cui all'allegato VI, nota 8, del regolamento (UE) 2021/241;
  • sostituire trattori meccanici obsoleti e a bassa efficienza con trattori alimentati esclusivamente a biometano conforme ai criteri stabiliti dalla direttiva RED II e dotati di strumenti per l’agricoltura di precisione. I produttori di biocarburanti e biometano gassosi e di biocarburanti devono fornire certificati (prove di sostenibilità) rilasciati da valutatori indipendenti, come disposto dalla direttiva RED II. Gli operatori devono acquistare certificati di garanzia di origine commisurati all'uso previsto;
  • promuovere la diffusione di pratiche ecologiche nella fase di produzione del biogas (siti di lavorazione minima del suolo, sistemi innovativi a basse emissioni per la distribuzione del digestato).

Importo PNRR

L’importo complessivo dell’Investimento è pari a 1.923.400.000 euro.

Obiettivi

Sostituzione di almeno 300 trattori agricoli con trattori meccanici alimentati esclusivamente a biometano e dotati di attrezzi agricoli di precisione; Sviluppo produzione di almeno 0,6 mld m³di biometano entro fine del 2023; Sviluppo produzione di almeno 2,3 mld m³ di biometano entro fine giugno 2026.

Milestone e target

Stato di attuazione

A valle della Riforma 1.2 della Missione 2, Componente 2, “Nuova normativa per la promozione della produzione e del consumo di gas rinnovabile”, contenuta nel decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199, sono stati predisposti gli schemi di due decreti attuativi: il primo, relativo alla promozione del biometano, oggetto di notifica per la compatibilità sugli aiuti di Stato; il secondo, relativo alle pratiche ecologiche, in regime di esenzione ai sensi del Regolamento ABER per gli Aiuti di Stato in agricoltura. Per quanto riguarda il decreto relativo allo sviluppo di capacità supplementare di produzione di biometano, è stato finalizzato positivamente il confronto con la Commissione Europea avviato in seguito alla pre-notifica del regime di aiuti di Stato. Pertanto, in data 8 agosto 2022, la Commissione ha approvato con decisione il regime di aiuti alla luce delle pertinenti disposizioni del diritto dell’Unione, in particolare dell’articolo 107, paragrafo 3, lettera c) del TFUE e degli orientamenti della Commissione europea in materia di Aiuti di Stato a favore del clima, della tutela dell'ambiente e dell'energia (2022/C 80/01).  La versione non riservata della decisione, resa pubblica il 29 settembre 2022, è consultabile sotto il numero di caso SA. 100704, nel registro degli aiuti di Stato. Il decreto relativo alla produzione di biometano è stato firmato dal Ministro della Transizione ecologica il 15 settembre 2022, ed entrerà in vigore dopo la registrazione da parte della Corte dei conti e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Prossimi passi

In corso di finalizzazione il Decreto Ministeriale relativo alla promozione di pratiche ecologiche nelle fasi di produzione del biometano.

A valle dell’adozione dei decreti attuativi, è prevista l’adozione, con decreti ministeriali, delle regole applicative, su proposta GSE (soggetto attuatore delegato dell’intervento ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199), e del sistema delle garanzie di origine, su proposta ARERA.

Per quanto riguarda l’annualità corrente, il GSE avvierà due procedure competitive per la selezione dei beneficiari dei regimi incentivanti, l’una relativa alla realizzazione di nuovi impianti di produzione del biometano e di riconversione degli impianti esistenti che producono biogas da matrici agricole e l’altra relativa alla promozione di pratiche di economia circolare nelle fasi di produzione del biogas.

Link utili

D.M. n. 340 del 15 settembre 2022: Sviluppo del biometano, secondo criteri per promuovere l'economia circolare – Produzione biometano

Avvisi e bandi

Decreto Direttoriale n. 23 del 13 gennaio 2023 di approvazione delle Regole Applicative per l’incentivazione del biometano immesso nella rete del gas naturale.

Ultimo aggiornamento 17.01.2023