Tu sei qui

Rilascio certificazione assenza effetti significativi su siti “Natura 2000”

 

La partecipazione da parte di enti e imprese a bandi di cofinanziamento nell’ambito di programmi europei, quali il TEN (Trans-European Network), o le richieste di finanziamento da parte della BEI (Banca Europea per gli Investimenti), possono richiedere il preventivo rilascio della certificazione sull’assenza di effetti significativi dei progetti/interventi da realizzarsi su siti “Natura 2000” (Annex I-C). La certificazione deve essere rilasciata, generalmente, da parte dell’Autorità nazionale per la vigilanza sui siti Natura 2000, incardinata all’interno del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica.

 

Procedimento di rilascio della “Declaration by the competent Authority responsible for monitoring of Natura 2000 sites – Not significant effects on a Natura 2000 site"

Le Società o gli Enti che intendono acquisire detta certificazione devono produrre apposita domanda, da inoltrare alla Direzione Generale Patrimonio Naturalistico e Mare del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, che provvede, fatta salva la necessità di richiedere integrazioni, alla conclusione motivata del procedimento entro il termine di 30 giorni previsto dalla Legge 241/90, con l’eventuale rilascio della certificazione richiesta sull’apposita modulistica predisposta dall’Unione europea.

La domanda deve essere sottoscritta con firma digitale e presentata a mezzo pec all’indirizzo PNM@pec.mite.gov.it.

La domanda deve contenere, pena l’inammissibilità, le seguenti informazioni:

  • univoca denominazione del progetto/intervento per il quale si richiede il rilascio della certificazione;
  • la linea di finanziamento o cofinanziamento alla quale si attende accedere;
  • la specifica se il medesimo progetto o lotti dello stesso siano stati già oggetto di rilascio della certificazione sull’assenza di effetti significativi su siti Natura 2000;
  • sintetica descrizione delle azioni di progetto ed eventuali impatti delle stesse sul sistema ambientale (n.b.: nel caso di infrastrutture lineari indicare anche le chilometriche di progetto);
  • inquadramento del progetto rispetto alla presenza di siti Natura 2000, con indicazione delle distanze dai perimetri degli stessi su area vasta (minimo 15 km di buffer);
  • descrizione della procedura di valutazione ambientale (VAS, VIA, VIncA) alla quale il progetto è stato assoggettato, con particolare riferimento agli esiti degli eventuali pareri di Valutazione di Incidenza acquisiti (n.b.: qualora il progetto non sia stato assoggettato a VIncA e siano interessati siti Natura 2000 è necessario fornire le motivazioni);
  • indicazione degli uffici/persona fisica ai quali rivolgersi per comunicazioni e relativi riferimenti di posta elettronica e telefonici.

 

Alla domanda devono essere allegati:

  • cartografia su base ortofotometrica dell’impronta delle opere o delle infrastrutture rispetto all’ubicazione dei siti Natura 2000 presenti su area vasta, con indicazione della distanza delle aree di progetto rispetto ai siti e della scala di rappresentazione cartografica. La cartografia è parte integrante dell’istanza e rientra nella documentazione da allegare alla “Declaration by the competent Authority responsible for monitoring of Natura 2000 sites  – Not significant effects on a Natura 2000 site”; 
  • copia dei pareri di Valutazione di Incidenza acquisiti, se presenti;
  • copia delle ulteriori autorizzazioni ambientali acquisite (VAS, VIA, AUA, etc.);
  • copie, se presenti, dello Studio di Incidenza, dello Studio di Impatto Ambientale, dello Studio Preliminare Ambientale e delle relative Sintesi Non Tecniche;
  • eventuale modello predisposto dal soggetto erogatore del finanziamento per il rilascio della certificazione sull’assenza di effetti significativi su siti Natura 2000 (anche mediante link al sito dove è possibile scaricare il modello).

 

L’Amministrazione si riserva di effettuare controlli sulla documentazione allegata

 

 

Ultimo aggiornamento 09.12.2022