Tu sei qui

Aree protette nazionali: MASE, al via la realizzazione del Piano per il monitoraggio della salute di specie e habitat

Studiare e monitorare lo stato di salute di specie e habitat e gli effetti dei cambiamenti climatici. Si tratta degli obiettivi fissati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e a cui punta il MASE con l’adozione del Decreto che approva la Direttiva rivolta agli Enti parco nazionali e alle Aree marine protette. Il provvedimento stabilisce le modalità di attuazione, i soggetti realizzatori, le tempistiche e i sistemi di monitoraggio per la realizzazione del Piano nazionale di monitoraggio delle specie e degli habitat.
 
Con la successiva approvazione del Piano sarà possibile migliorare e ampliare le conoscenze sulla biodiversità, grazie al potenziamento delle strumentazioni tecnologiche, come apparecchiature digitali all’avanguardia, che verranno messe a disposizione delle aree protette nazionali per garantire la tutela e delle risorse ambientali, misurare il successo delle azioni di gestione e conservazione e rilevare gli effetti di perturbazioni e disturbi.
 
L’adozione della Direttiva permette di dare attuazione a una delle tre linee d’azione dell’investimento “Digitalizzazione dei parchi nazionali e delle aree marine protette” (Investimento 3.2 – M2C4). La misura, con risorse finanziarie che ammontano a 100 milioni di euro, complessivamente mira a stabilire procedure standardizzate e digitalizzate per rendere moderno, efficiente ed efficace il funzionamento dei parchi nazionali e delle aree marine protette, attraverso non soltanto il rafforzamento del monitoraggio, ma anche la realizzazione di servizi per i visitatori e la digitalizzazione e la facilitazione di accesso alle procedure per i cittadini, le imprese e i visitatori delle aree protette.
 
 
 
Argomenti 
PNRR
Ultimo aggiornamento 29.11.2022