Tu sei qui

Acciaieria Terni, al Mase tavolo con Arvedi. Gava: “Ritmi serrati per accordo di programma, rilanciamo siderurgia e promuoviamo la decarbonizzazione”

Roma, 20 gennaio 2023 - Giungere in tempi rapidi alla firma dell'accordo di programma al fine di contribuire al rilancio del polo Acciai Speciali Terni, fondamentale per lo sviluppo competitivo del settore siderurgico nazionale, agganciando, nel contempo, ambiziosi obiettivi di riqualificazione ambientale e decarbonizzazione nel settore hard-to-abate. E' l'auspicio espresso dal viceministro all'Ambiente e Sicurezza energetica Vannia Gava che ieri ha presieduto il tavolo con il Gruppo Arvedi svoltosi presso la sede del MASE alla presenza, tra gli altri, di MIMIT, Invitalia, Regione Umbria e Comune di Terni. In questi mesi direzioni e dipartimenti dei Ministero dell'Ambiente e delle Imprese hanno collaborato con i tecnici del Gruppo per finalizzare il programma industriale in coerenza con le misure agevolative previste dal PNRR e dai contratti di sviluppo a finalità ambientale.

“Concordo sull'opportunità di sostenere un investimento di così grossa portata per la riconversione di un sito industriale strategico non solo per l'economia e lo sviluppo dell'area di Terni e della Regione Umbria, ma per l'intero Paese – fa sapere il viceministro -. L'impegno nostro c'è ed chiaro. Ora è necessario allineare i tempi tecnici di presentazione delle domande di contributo ma, soprattutto, dare una visione complessiva all'investimento, non solo in termini di competitività e salvaguardia occupazionale, ma anche di tutela e ripristino ambientale”. Serrato il cronoprogramma su cui è stata raggiunta l'intesa tra le parti. Gli attori hanno assunto impegni precisi per giungere, in tempi celeri, alla firma dell'accordo di programma e alla cantierizzazione degli investimenti.

Ultimo aggiornamento 20.01.2023