Tu sei qui

L2 - Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni

 

L2 - Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni

La linea di intervento si propone di sviluppare e potenziare, nel corso del secondo ciclo di pianificazione di gestione del rischio alluvioni (2016-2021) ex Direttiva 2007/60/CE, la governance delle istituzioni coinvolte nei processi di pianificazione e gestione del rischio di alluvioni, anche in considerazione della costituzione delle autorità di bacino distrettuali come disciplinate dalla Legge 28 dicembre 2015 n.221 (Collegato Ambientale).

In particolare, sarà fornito supporto alle Amministrazioni regionali e alle Autorità di bacino distrettuali attraverso l’elaborazione di linee di indirizzo e metodologie specifiche e la realizzazione di casi di studio e di azioni di affiancamento istituzionale on desk e in loco, rivolte alle Regioni meno sviluppate e destinate agli operatori pubblici delle Amministrazioni regionali e delle Autorità di bacino distrettuali, concordate con le Autorità di bacino distrettuali interessate alla pianificazione di settore per la gestione del rischio di alluvioni e al processo di programmazione e progettazione di interventi integrati per la mitigazione del rischio e la tutela e il recupero degli ecosistemi e della biodiversità.

Risultati attesi

•    Rafforzamento della capacità amministrativa e tecnica di tutti i soggetti competenti in materia per garantire, a livello nazionale:

• omogeneità nella progressiva integrazione degli strumenti di pianificazione di settore nel PGRA (Piano di Gestione Rischio Alluvioni) e nel coordinamento e raccordo di tale
    Piano con la programmazione;
• omogeneità nella valutazione del rischio associato a ciascuno degli scenari previsti dalla direttiva;
• omogeneità nella valutazione delle conseguenze negative derivanti dalle alluvioni nell’ambito degli stessi scenari, il tutto tenendo conto della problematica connessa ai
    cambiamenti climatici.

•    Miglioramento e integrazione della pianificazione di gestione del rischio di alluvioni ai sensi della direttiva 2007/60/CE.

•    Rafforzamento della capacità amministrativa e tecnica di tutti i soggetti competenti in materia volta a favorire l’introduzione di un modello valutativo omogeneo e oggettivo.

 

 

Archivio Notizie

 

 

Ultimo aggiornamento 20.12.2022