Tu sei qui

Il ruolo dei Vettori di Sostenibilità e la territorializzazione delle attività di Educazione nel processo di revisione della SNSvS

Nelle prossime settimana saranno realizzati tre World Cafè dedicati ai Vettori trasversali della Strategia tra cui “Educazione, sensibilizzazione, comunicazione” al centro di uno special focus sulla territorializzazione delle attività di ESS

 

“Monitoraggio e valutazione di politiche, piani, progetti”, “Istituzioni, partecipazione e partenariati”, “Educazione, sensibilizzazione, comunicazione”

Saranno questi i Vettori di sostenibilità al centro dei tre World Cafè  organizzati - per i prossimi 20, 21 e 22 luglio – dalla DG CreSS nell’ambito del processo di revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.

I Vettori di sostenibilità, in quanto ambiti trasversali, sono leve fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi della SNSvS, favorendo l’integrazione dei principi di sostenibilità nelle politiche, piani e progetti, in linea con il percorso trasformativo innescato, a livello internazionale, dall’Agenda 2030; i World Cafè, pertanto, attraverso modelli di conversazione strutturati volti a facilitare una discussione aperta, avranno il fine di avviare un confronto costruttivo mirato alla “rimodulazione” dei tre Vettori in vista della revisione della Strategia.

 

 

Il primo incontro - organizzato per il 20 luglio dalle 10 alle 13:00 - sarà dedicato al tema “Monitoraggio e valutazione di politiche, piani, progetti”; questo Vettore favorisce la realizzazione e l’implementazione di sistemi integrati per le valutazioni della Strategia e degli effetti complessivi dell’intero processo decisionale, al fine di comprendere se e in che modo le dinamiche in atto sui territori siano coerenti con gli obiettivi posti.

 

 

Il 21 luglio (ore 10:00 - 13:00), invece, si terrà il World Cafè su “Istituzioni, partecipazione e partenariati”; questo ambito trasversale è finalizzato a favorire la creazione e diffusione di iniziative e percorsi efficaci e continui per il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse nelle diverse fasi dei processi decisionali. A questo fine è necessario sviluppare meccanismi di integrazione a livello istituzionale, nonché di partecipazione e coinvolgimento attivo della società civile, coerentemente con le linee di azione definite a livello europeo e internazionale.

Un ulteriore obiettivo del Vettore “Istituzioni, partecipazione e partenariati” è assicurare lo sviluppo dei partenariati pubblico-privato nei diversi settori, garantendo l’adozione di criteri di sostenibilità, qualità e innovazione, come indicato dagli strumenti legislativi e d'indirizzo nazionali e comunitari.

Infine, il prossimo 22 luglio - sempre dalle ore 10:00 alle 13:00 - si terrà l’ultimo World Cafè che avrà come focus il tema “Educazione, sensibilizzazione, comunicazione”. Questo Vettore rappresenta una delle dimensioni chiave per l’effettivo raggiungimento degli obiettivi della SNSvS; i tre elementi che lo compongono, difatti, contribuiscono a definire la cultura della sostenibilità e sono da promuovere a tutti i livelli (impresa, società civile, istituzioni, ricerca) e in tutte le sedi educative, formali e non formali, in un’ottica di life-long learning (apprendimento permanente che dura lungo l’intero arco della vita). Per questo il Vettore Educazione rappresenta la “chiave” di attivazione di un processo permanente che garantisce un cambiamento complessivo non solo in termini di conoscenza, ma anche di trasformazione delle comunità e dei comportamenti dei singoli individui verso una società più sostenibile.

È fondamentali che tutti gli attori coinvolti concentrino i propri sforzi su un tema così rilevante - quale è l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS) - a partire dalle istituzioni regionali, provinciali e metropolitane; nell’ambito della territorializzazione della SNSvS, gli accordi di collaborazione fra il MiTE e le istituzioni coinvolte prevedono, pertanto, uno specifico ambito di d’intervento dedicato al rilancio delle politiche per l’Educazione alla sostenibilità e alla promozione di azioni di sensibilizzazione sociale.

La Dg CRESS del MiTE ha profuso il massimo sforzo affinché il tema dell’Educazione abbia ruolo sempre più centrale nelle policy di Sviluppo Sostenibile a tutti i livelli. Nell’ambito del processo di attuazione e revisione della SNSvS, negli scorsi mesi è stato avvito un momento di confronto con gli attori che stanno lavorando sul Vettore Educazione al fine di “mappare” il processo di territorializzazione delle attività di ESS e comprendere il percorso di realizzazione degli obiettivi di Educazione alla sostenibilità e la sua interazione con gli altri SDGs.

 

Le attività di Educazione portate avanti da Regioni e Città Metropolitane per campo di azione (Educazione Formale, Educazione non formale, Educazione informale) analizzate nel lavoro di Ricognizione sul Vettore dalla Dg CRESS supporto dell’Assistenza Tecnica Sogesid S.p.A.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento 13.07.2021